martedì 23 maggio 2017

Chi sono? Cosa faccio? ... leggo libri

Eccoci alla seconda parte di questi post dedicati ai libri, questa volta però niente impegni, niente lavoro, solo voglia di capirsi di più e meglio, di superare quei limiti che troppo spesso ci auto imponiamo quindi, poche chiacchiere e tanti titoli


Partiamo da uno dei libri più visti e chiacchierati del periodo

HYGGE IL METODO DANESE DEI PIACERI QUOTIDIANI
di Louisa Thomsen Brits
Edizioni Sperling & Kupfer

e il suo compagno

HYGGE IL METODO DANESE PER VIVERE FELICI
di Marie Tourell Søderberg
Edizioni Newton Compton


Entrambi sono una sorta di manuale sul saper cogliere i piccoli momenti felici che ci circondano, del saper vivere serenamente e, se consideriamo che i danesi sono uno dei popoli più felici, forse le scrittrici sanno di cosa si parla e di come parlarne 

HYGGEè il piacere di una cena tra amici, una cioccolata calda accoccolati nella nostra poltrona preferita, un mazzo di fiori all'ingresso e la luce morbida di una candela.

HYGGE è l'antica tradizione che ha reso i danesi il popolo più felice del mondo, perché hanno capito come rendere speciale ogni luogo e ogni momento. Questo meraviglioso libro regala tante idee per creare un senso di benessere intorno a voi e riscoprire i piccoli piaceri quotidiani.
HYGGE è l'arte di sentirsi a casa ovunque voi siate.


COME DIVENTARE UN'ESPLORATORE DEL MONDO
e
PICCOLO MANUALE DEI GRANDI SBAGLI
entrambi di Keri Smith
Edizioni Corraini

Più che libri sono dei diari, una guida ad esplorare e scoprire il mondo con occhi nuovi, nati per i bambini sono perfetti anche per gli adulti, osservare, disegnare, scrivere coltivando la scoperta e la curiosità sono attività senza età e sfogliando questi libri anche molto molto divertenti

"Per tutta la vita ti è stato detto di evitare il disordine, di cercare di mantenere tutto sotto controllo, di colorare all’interno dei margini, di rendere ogni cosa perfetta e di evitare a ogni costo il contatto con sostanze che macchiano. Questo libro ti chiede di fare esattamente il contrario. Consideralo la tua sala giochi, un posto dove esplodere, lasciarti andare, un luogo da mettere a soqquadro dove fare tutto quello che non ti è concesso fare  nel “mondo reale”. È tempo di mettere disordine
Tre regole da tenere a mente: 1. Non cercare di realizzare qualcosa di bello. 2. Non pensare troppo (non esiste  la parola “sbagliato”). 3. Continua, ad ogni costo."

IL POTERE DELLE DOMANDE
di Lucia Giovannini
Edizioni Sperling & Kupfer

Questo libro parte dal presupposto che non ci sono risposte giuste o sbagliate ma solo domande giuste, ti aiuta proprio in questo ponendo dei quesiti che attiveranno una ricerca e porteranno a nuove soluzioni e ad affrontare il quesito con un metodo diverso 

LA FELICITA' E ALTRE PICCOLE COSE DI ASSOLUTA IMPORTANZA
di Haim Shapira
Edizioni Sperling & Kupfer

Qui già il titolo la dice lunga, Shapira ci invita, con ironia e leggerezza, a costruirci la nostra idea di felicità, su quanto sia importante dare valore alle piccole cose, sul senso della vita e di come scegliamo di viverla

L'INNO BUDDHDISTA ALLA VITA
di Kotarō Hisui
edizioni Antonio Vallardi Editore

e

MANUALE DI UN MONACO BUDDHISTA PER SCONFIGGERE LA PAURA  DEGLI ALTRI
di  Keisuke Matsumoto
edizioni Antonio Vallardi Editore

Il primo ci aiuta a vivere il momento, a non rimandare inutilmente, per non dire un giorno lo farò
"Vivere come se la vita fosse un’avventura non significa sforzarsi di compiere grandi cose. Come diceva Madre Teresa di Calcutta: ‘Noi non possiamo fare grandi cose, ma possiamo fare piccole cose con grande amore"

Il secondo parla a chi, come me, quando si trova ad affrontare gli altri teme sempre di cadere nel vortice della timidezza e nella sindrome del brutto anatroccolo, quindi un libro essenziale nella mia biblioteca

LE PERSONE SENSIBILI HANNO UNA MARCIA IN PIU'
di Rolf Selline
edizioni Feltrinelli

Essere sensibili facendosi travolgere dagli eventi è sempre visto come un difetto, un problema, uno scoglio, in questo libro si trova il risvolto positivo della medaglia, non sempre la sensibilità blocca e inibisce, spesso è ricca di significati e di grandi possibilità

CHI HA PAURA DELLA PAURA?
di Christophe André
edizioni Corbaccio

Sulla paura si potrebbe parlare per ore, quella ingiustificata, paralizzante, spesso non compresa ne da chi la vive ne tanto meno da chi si ha vicino, io sicuramente ci potrei scrivere un tomo da 3000 pagine, a volte riesce ad annientarti altre volte a spronarti ma sicuramente mi fortifica, o almeno per me è così, ogni volta che affronto una paura, che la vinco mi sento davvero davvero invincibile, magari solo fino alla prossima ma mi da la certezza che prima o poi anche lei passerà e mi renderà ancora più forte
Questo libro parla proprio di questo:

"La paura è un'emozione normale, se controllata e regolata; ed è anche un sistema d'allarme: ma quando si inceppa la paura si trasforma in fobia. Il volume aiuta a comprendere come e perché i meccanismi che regolano le nostre paure possono a volte mal funzionare e la parte irrazionale prendere il sopravvento. Uno dei migliori specialisti francesi sulle fobie spiega come guarire dalle paure: nessun metodo miracoloso, ma aneddoti, spiegazioni scientifiche e storiche e consigli pratici."

Ed ora concludo con un libro all'apparenza più lieve ma, state attente, è solo all'apparenza, in realtà nasconde un mondo di dilemmi quotidiani

VITA CON LLOYD
I miei giorni insieme a un maggiordomo immaginario
di Simone Tempia
illustrazioni di Tuono Pettinato
edizioni Rizzoli Lizard


Se vi hanno incuriosito o se avete altri bei titoli per me vi aspetto nei commenti

CIAO ZUCCHERINE!
Vale

lunedì 8 maggio 2017

Libri e nuovi business

Qualche giorno fa stavo leggendo un libro di cui ho sentito parlare tantissimo ma che non sono riuscita ad amare particolarmente, il libro in questione è Big Magic di Elizabeth Gilbert, la scrittrice del famosissimo Mangia prega ama per intenderci, su Instagram ho condiviso un video e da lì è nata l'idea di una diretta per chiacchierare di libri, più precisamente di libri dedicati al self help e al business handmade
Le dirette sono divertenti per lo scambio e la condivisione immediata ma nulla resta, chiacchieri e parli e poi puf... tutto scompare e quindi?
Quindi ci vuole un post, magari anche due, dividendo i libri dedicati al lavoro, da cui partiamo, da quelli dedicati a noi, alle nostre gioie e si, anche alle nostre ansie


Il primo che vi consiglio è anche il primo che ho letto, secondo me è perfetto all'inizio, quando si è pieni di dubbi, quei dubbi di base che partono dal logo per arrivare alle prime vendite 

CREATIVITÀ E BUSINESS 
Trasforma il tuo hobby in una professione
Di Gabriella Trionfi
Edizione Giunti

Non possono mancare i libri di Austin Kleon, sono molto semplici, a tratti forse banali e ovvi ma è proprio lì che, a mio avviso, si nascondono quegli spunti che lavorano dentro di noi e che ci portano a ragionare e capire come muoversi e come "rubare" e farsi conoscere in modo sano ed etico, sia importante

RUBA COME UN'ARTISTA
SEMINA COME UN'ARTISTA

I prossimi di cui vi parlo invece sono libri digitali scritti in collaborazione con C+B e Zandegú di cui vi consiglio i blog e le newsletter 

TUTTO FA BRANDING
Guida pratica al personal branding 
Di Gioia Gottini

Una guida scritta in modo chiaro e professionale, affronta temi come vision e  mission, slogan, target e prezzi, ideale sia per chi è all'inizio e sia per chi, come me, sta rivoluzionando e cercando nuove strade, e che fino a pochissimo tempo fa nemmeno sapeva cosa fossero i termini sopra citati,  più tanti esercizi da svolgere che aiutano tantissimo
Ora se non conoscete il blog e il lavoro di Gioia dovete correre a rimediare ed iscrivervi anche alle sue newsletter, troverete tantissimi post non interessanti, di più, decisamente di più 

VENDERE HANDMADE
Una guida completa per trasformare la tua passione in professione
Di Francesca Baldassarri 

Francesca è a capo della community italiana di Etsy, e anche il suo blog merita di essere visitato, il manuale affronta vari argomenti essenziali per la vendita online e non solo, customer care, SEO (che io odio!!! Ma che è importantissima) storytelling ecc ecc più, da buon manuale, tanti esercizi pratici 

CHI HA PAURA DEL BUSINESS PLAN
di Francesca Marano

SOLOPRENEUR
L'organizzazione del lavoro (in proprio) spiegata semplice
di Francesca Marano

Entrambi questi manuali sono dedicati all'organizzazione pratica, a come gestire conti e tempo, insomma alla parte decisamente più complicata per chi come me vive su una nuvoletta, sono semplici e intuitivi sempre pieni di suggerimenti e di esercizi utili, ancora non riesco a gestirmi al meglio e a pianificare ma pian piano ci arriverò anche grazie a queste letture

APRO LA PARTITA IVA
Una guida pratica per il tuo business: tutto sui regimi fiscali, tasse e altri argomenti "
"spaventosi"
Di Carlotta Cabiati

Qui il titolo dice già tutto, si legge in un soffio senza tanti paroloni inutili e incomprensibili, Carlotta è commercialista ma parla la nostra lingua senza citare codici o articoli tecnici che mandano in confusione, è sicuramente un valido aiuto per capire cosa fare e dove andare in questo incubo fatto di tasse e argomenti veramente spaventosi

Se invece preferite un approccio più tecnico e "fiscale" che io fatico a seguire vi consiglio 
FISCO AMICO PER CREATIVI
Di Carmen Fantasia 

Questi sono quelli che ho letto e che ho amato di più, vi segnalo altri titoli interessanti che mi hanno suggerito ma di cui non so darvi indicazioni, alcuni prima o poi li leggerò  altri dovrò scartarli per mancanza del tanto agognato tempo o semplicemente perché non tutto quello che ci viene segnalato entra di diritto nella lista letture, ma chissà magari a voi piacciono e diventeranno i vostri preferiti

INSTAGRAM secondo @mys.cottage
Di Rita Bellati (eBook)

INSTAGRAM COMUNICARE IN MODO EFFICACE CON LE IMMAGINI 
Di Lulù Beatrice Moccia, Anna Zavagnin e Michela Zingone

FAI DI TE STESSO UN BRAND 
Personal branding e reputazione online 
Di Riccardo Scandellari

AFFERMA LA TUA IDENTITÀ CON IL NET BRANDING 
Di Riccardo Scandellari

SOCIAL MEDIA MARKETING 
Di Valentina Turchetti

Spero che troviate qualcosa di interessante, che vi aiuti e vi stimoli a crescere e migliorare e soprattutto ad avere tanto successo e gioia in quel che create, ora però tocca a voi, lasciatemi un commento sui libri che più vi incuriosiscono, su quelli già letti o che amate di più e consigliatemi anche voi qualche nuovo titolo 

Vi aspetto per la seconda parte sui libri self help la settimana prossima 

CIAO ZUCCHERINE!
Vale


lunedì 23 gennaio 2017

Craft your party

Seguendo la filosofia del meglio tardi che mai finalmente sono tornata sul blog e finalmente vi racconto di uno degli eventi più belli dell'anno passato




Ho deciso di partecipare all'edizione di Novembre piena di dubbi e di ansie ma anche con tanta emozione e gioia, insomma con un bel mix esplosivo che mi ha portato a lavorare per la preparazione dello stand notte e giorno per poi ritrovarmi con ancora più dubbi
Dubbi e domande che mi sono fatta e rifatta per giorni anche ad evento finito e che mi hanno portato a rivedere le mie scelte, ma soprattutto, mi hanno dato nuovi stimoli e nuove idee perché quelli che potrebbero sembrare aspetti negativi in realtà nascondono i veri sproni per la crescita e la sperimentazione, mai fermarsi, guardare indietro con orgoglio ma anche con obiettività porta a frutti inaspettati

Ora però vi mostro cosa ho visto di bello, non posso farvi sentire l'emozione e la gioia che correva in mezzo a tutti gli allestimenti ma vi assicuro che è stata una carica di energia con le amiche vicine al cuore, quelle di sempre che mi accompagnano nelle mie giornate e con quelle nuove che mi hanno stupito con la loro cura e dolcezza

 Foto di Giovanna Monfeli

 Foto di Giovanna Monfeli






 Ovviamente con me c'era anche l'indispensabile altra metà di Zucchero&Caffè, senza di lui nulla di tutto questo sarebbe mai stato possibile
Ed ora ecco tante ma non tutte le meraviglie che mi hanno fatto brillare gli occhi in questa edizione








nello stand vedete anche il suo logo realizzato da noi




anche nel suo allestimento vedete il logo realizzato da noi

























Le casette di Casa Facile allestite dalle sue blogger 




Alice nel paese delle Meraviglie di


Foto di Giovanna Monfeli


Ora scappo che ci sono altre mille cose da fare, mille novità e tanti nuovi progetti
(Lui è veramente venuto a casa con me, ora è lì accanto al comodino, proprio di fianco a quella sveglia che fatico a sentire ogni mattina, apro gli occhi e lo vedo, è il mio promemoria, mi ricorda che dopo la fatica arrivano giornate piene di soddisfazioni)

E mi raccomando, ricordatevi che tra breve arriverà l'edizione primaverile di questa bellissima fiera
Che dite, ci vediamo li?!?!




CIAO ZUCCHERINE!
Vale






lunedì 14 marzo 2016

Piccoli grandi cambiamenti


 Da qualche tempo si è impossessata di me una gran voglia di cambiamento, le ragioni che mi spingono sono sicuramente inconsce ma indubbiamente la trovo una cosa decisamente positiva, il rinnovamento fa parte di un percorso di crescita e, secondo me va sempre assecondato quindi, cosa c'è di meglio se non iniziare dalla propria casa? Cambiare arredamento è una soluzione fin troppo drastica e dispendiosa quindi mi sono accontentata di modificare colori e decori.
Come si capisce da ogni mia foto, mia creazione o mio post i colori per me sono vitali e fondamentali, insomma senza di loro non ci so stare, e di conseguenza mi sono creata una casa piena di colori e oggetti allegri, forse per sconfiggere la ben nota malinconia che spesso mi assale.
Quando ci siamo trasferiti nella nostra amata mansardina ho scelto un bel arancio (si, lo so che è uno dei colori più odiati) per la parete della cucina e per il divano di Ikea più scomodo del mondo


PRIMA




Il vero problema in una scelta così strong si presenta quando quel dato colore non lo si sopporta più, visto che credo fortemente nella cromoterapia e nel circondarsi di colori e profumi che ci fanno stare bene, urgeva un drastico cambio e qui si sono aperte mille discussioni, non vivo da sola e pur essendo la principale artefice di ogni malsana e folle idea per la casa non posso di certo non tenere conto delle opinioni della mia dolce metà, quindi, rosa in tutte le sue sfumature scartato, turchese da valutare, verde scartato, dovevo assolutamente trovare un colore che ci mettesse d'accordo.
Un giorno, per caso mi imbatto nel giallo, mai usato, mai tenuto in considerazione e mai apprezzato, fu cosi che divenne amore a prima vista, e fu cosi che anche per Roby non era niente male, non restava che scegliere la tonalità e far sparire quella parete arancione


DURANTE


Svuotare e spostare i mobili, ma soprattutto proteggere tutto dai possibili danni è indubbiamente la parte più noiosa, inoltre mi immaginavo di dover dare 30 mani di vernice bianca per coprire l'arancione e invece con una bella tonalità grigio perla con una sola passata è sparito tutto


Ci abbiamo messo più del previsto perché tra lavoro e impegni vari abbiamo dovuto ritagliarci ore serali ma alla fine ce l'abbiamo fatta, nuova parete, nuova disposizione di accessori e delle mie mille tazze, più qualche quadro nuovo e la parte cucina/sala pranzo è finita, ora ci aspetta la zona TV e il mio angolino Lab, vivendo in un open space ho ancora un pochino la sensazione di incompiuto ma con un po' di calma e pazienza riusciremo a finire tutto!


DOPO









lunedì 18 gennaio 2016

Colori e ispirazioni




Come ormai si sarà capito da tempo i colori sono diventati una parte importante della mia vita, nel lavoro che mi sto costruendo piano piano sono fondamentali ma anche nella casa e nel vestire
Se mi mettete davanti a una tabella colori, a dei barattolini nello scaffale o a dei tubetti in un cassetto finisce tutte le volte con mattinate o pomeriggi persi a decidere quali usare o quali comprare, gli espositori dei colorifici sono un sogno ad occhi aperti per non parlare delle tirelle Pantone, e per una che ha passato anni in nero e grigio questa è decisamente una piccola gioiosa rivoluzione 
Ed è proprio dei colori Pantone che parla questo post, come molte di voi già sapranno, ogni anno Pantone color institute sceglie il colore dell'anno, per il 2016 hanno deciso di raddoppiare, ben 2 colori che sanno di pace, serenità e calma sia presi singolarmente che abbinati, già il loro nome la dice lunga: QUARZO ROSA & SERENITY


(Ph by Pantone)


Questa passione per il colore non so nemmeno esattamente dove, come e quando è nata, a dire il vero anche negli anni di non colore e di scuole non amate ho sempre preferito disegnare (male, malissimo!!!) e avere accanto un astuccio di matite o pennarelli piuttosto che realizzare tavole circondata da china e pennarelli tecnici rigorosamente neri, a distanza di anni mi ritrovo qui, con cassetti colmi di vasetti e tubetti di acrilici, con smalti e acquarelli cercando di trovare il tempo per provare e sperimentare nuove tecniche ed abbinamenti.
Nei giorni neri o grigi basta che apro i miei cassetti per farmi tornare un pochino il sorriso!!!